Collettiamo

Salve a tutti,

la busta digitale che qui vi presentiamo vi chiede di aiutarci a dare continuità all’impegno per la riflessione di genere che è partito dalle scarpe rosse e, attraversando le scuole e le associazioni, è arrivato all’interpretazione della Donna in Fellini nell’anno del centenario.

Una donna, Fellini e la Tuscia: tre elementi che andranno inaspettatamente ad intrecciarsi in un insieme di emozioni e sensazioni contrastanti e coinvolgenti.

Un eccidio perpetrato da soldati tedeschi (in fuga da Viterbo l’8 giugno 1944) in cui rimasero uccise tre persone: due uomini cittadini di Viterbo, che vennero riconosciuti e seppelliti. La terza -cita la lapide- era “una donna rimasta sconosciuta”.

Da questo episodio della storia locale nasce il progetto che lega la memoria dei fatti accaduti a Viterbo durante la II guerra mondiale alle donne di oggi, giovani, anziane, immigrate, bambine…e la donna felliniana nella Tuscia con una rassegna d’arte per andare oltre il Fellini regista e omaggiarne la vena artistica esplosiva.

Partecipare a questa colletta significa consentire a tanti giovani artisti di rappresentare ed esaltare la donna in tutto il suo essere attraverso la pittura, la scultura, la fotografia.

www.collettiamo.it/colletta/tn14kw9q